Ouya la console Android

Ouya, è questo il nome della nuova console low cost, solamente 99$ in vendita online. La console è uscita il 25 giugno ed è una open source basata su Android, questo permette il rapporto diretto tra sviluppatori e utenti, mettendo da parte le DRM e applicando prezzi molto bassi per i giochi.

Una volta arrivata a casa la console si presenta con un elegante packaging nero: la dotazione comprende un controller wireless ed un cavo HDMI. Il design della Ouya è molto bello, curato nei dettagli e le dimensioni sono ridottissime, appena 75mm per lato (è un perfetto cubo). Queste caratteristiche la rendono perfetta per essere portata ovunque con uno zaino, una borsa etc. competendo contro le console tradizionali che notoriamente sono grandi e pesanti.
Il controller sembra essere molto ben rifinito anche se composto di materiali plastici. La sua forma ricorda molto quello di un Xbox 360, ma sembrerebbe anche più scomodo perché più “tozzo” nella parte centrale, parte corredata da un touch pad. Chi ha provato la console con questo pad ha notato però che, visto il costo ridotto, il pad assomiglia ai classici Low Cost in commercio con problemi di impuntamenti dei tasti ed imprecisione generale.

ouya console e controller

Parliamo della dotazione hardware: Ouya si presenta come uno smartphone di gamma alta: processore Cortex A9, quad-core da 1.7 GhH con un chipset Tegra 3, 1 GB di RAM, 8 di ROM, oltre che un uscita HDMI a 1080p, una porta ethernet ed il wi-fi incorporato. Purtroppo il chipset è già obsoleto in quanto sta uscendo il Tegra 4 perciò rende questa console molto simile ad uno smartphone non portando grosse novità tecniche. Ouya non vuole assolutamente sfidare il mercato tradizionale dei videogiochi, sembra essere più uno sfizio “hipster” per rievocare un sentimento più antico dei videogiocatori. Basta collegare la console, accenderla e giocare, operazioni che si stanno perdendo con l’uscita di dispositivi di ultima generazioni che tendono a diventare il centro del salotto. Per questo motivo consigliamo anche l’acquisto di un secondo controller (circa 30€) per poter divertirsi con amici, perché probabilmente in single player vi stuferà velocemente.
Lo Store è esclusivo e per ora è popolato da circa 250 giochi, tra i quali Final Fantasy 3, Dead Trigger, ShadowGun, Need For Speed: Most Wanted etc. Tutti giochi derivati dal classico store Android, rivisitati e migliorati per la console. Inoltre i prezzi sono contenuti, dai 5 ai 10 euro e tutti giochi hanno un free-to-play con delle limitazioni, per poter provare i titoli offerti.
I giochi più divertenti e meglio realizzati sono però proprio i cosiddetti “Party Games” tipo Super Smash Bros (disponibile grazio all’emulatore del Nintendo). In cima alla classifica troviamo TowerFall e bombSquad, entrambi giochi con l’obiettivo di far divertire i player in gruppo.

Per concludere Ouya sembra avere grandi potenzialità, non tanto nell’hardware, ma nella fantasia degli sviluppatori che devono portare questa console in una direzione precisa. In linea di massima il progetto è ancora un cantiere aperto ed è già prevista una nuova versione entro un anno. Il prezzo di 99$ è accettabile, ma si poteva fare qualche sforzo in più attestando il prodotto intorno i 60/70 soprattutto in un mercato competitivo come quello dei videogiochi: con poche decine di euro in più ci sono offerte che portano l’xbox 360 o la Playstation 3 a prezzi d’occasione, ed ovviamente non siamo a paragonare questo tipo di console. Ouya rimane però una soluzione plug-and-play per tutti quei player del dopo lavoro o che cercano una mezz’oretta di svago, per i gruppi di player che cercano un po’ di divertimento semplice oltre che per tutti i retrogamers che troveranno un ecosistema ricco di emulatori. Per tutti gli altri è consigliabile aspettare qualche mese per capire come si evolverà la situazione e soprattutto per testare la bontà dei titoli, che per ora sono molto scadenti tranne che in poche occasioni.

games ouya

Related Posts

About The Author

Aggiungi Commento