Inviare e ricevere soldi facilmente con Satispay

In questi anni la rivoluzione delle transazioni di denaro con PayPal e altri portafogli virtuali, ci ha permesso di inviare e ricevere soldi online in maniera semplice e veloce.
Per quanto riguarda invece i pagamenti tra privati o a negozi fisici c’è stata una scossa con Apple Pay e servizi simili che permette di pagare direttamente dal proprio Smartphone tramite tecnologia NFC.

Una startup tutta italiana sta rivoluzionando questo metodo di pagamento che permette transazioni di denaro anche sotto i 10 euro (cosa che non è possibile pagando con carte o bancomat) in maniera totalmente gratuita per l’utente e con una facilità sorprendente senza bisogno della tecnologia NFC, tutto questo grazie a Satispay!

Come funziona

Satispay è un applicazione per iPhone, Android e Windows Phone che può essere usata da chiunque abbia un conto corrente bancario (o una carta prepagata con codice IBAN italiano) e funziona come una prepagata ricaricabile. Per aprire un conto avrai bisogno quindi di un documento di identità, del codice IBAN, del codice fiscale e di una foto identificativa che serviranno a garantirti una maggiore sicurezza.

Dovrai solamente impostare un budget di denaro settimanale e Satispay andrà a prelevare automaticamente (tramite firma digitale InfoCert) quella somma ogni settimana, in modo da non lasciare troppi soldi indesiderati sull’APP. Infatti impostando un Budget settimanale di 100€, se ti ritrovi a fine settimana con 30€ sul conto, automaticamente andrà a prelevare dal tuo conto corrente 70€ per tornare alla cifra impostata di 100€. Al contrario se ad esempio hai 250€, Satispay andrà a versare i 150€ in più direttamente in banca.

Ogni account può essere usato sul singolo smartphone e ogni transazione dovrà essere approvata con l’accesso all’app con un codice PIN a 5 cifre. Se si accede con lo stesso account su un altro device, automaticamente si disabiliterà l’autorizzazione al precedente.

Costi

Satispay è completamente gratuito per l’utente finale: iscrizione, ricarica, versamenti, prelievi e pagamenti.
Per chi gestisce un’attività e decide di farsi pagare tramite Satispay le transazioni fino a 10€ sono gratuite, tutte le somme superiori a questa cifra avranno invece una commissione fissa di 20 centesimi.

Vantaggi

  • Possibilità di prestare soldi a un amico o in famiglia.
  • Possibilità di pagare anche con smartphone che non hanno tecnologia NFC, basta una connessione a Internet.
  • In caso non si disponga di soldi nel portafogli e i negozi con POS non accettano pagamenti inferiori a 10 euro con carta di credito o bancomat, possiamo pagare con Satispay.
  • Immediatezza nei pagamenti.
  • I liberi professionisti potranno farsi pagare senza avere un POS.

Come ogni nuova idea c’è bisogno di tempo per prendere il ritmo ed evolversi, infatti troverai inizialmente pochi negozi che accettano Satispay come piattaforma di pagamento.

Le alternative

Un’altra App che punta a semplificare i pagamenti da mobile è 2Pay, altra realtà italiana molto simile a Satispay. I commercianti dovranno pagare un abbonamento annuo di 5€, più un costo fisso di 2 centesimi per ogni pagamento ricevuto. I costi per gli utenti invece sono di 2€ annui (dopo il primo anno di utilizzo) e 1€ per ogni transazione dall’account al conto corrente con la possibilità però di ricevere sconti tramite cashback, condividendo l’acquisto sui social.

Da parte delle banche arriverà Jiffy, attualmente adottata da Ubi Banca ma in futuro sarà un concorrente valido.

Molto interessante sarà se questi servizi ci permetteranno di effettuare transazioni tra di loro, ad esempio da un account Satispay a uno 2Pay e così via. In modo che anche i gestori di un negozio non abbiano troppe alternative da scegliere.

Related Posts

About The Author

Aggiungi Commento