Mac Pro – Il computer del futuro è già fra noi

Era da tantissimo tempo che giravano voci su la gamma di computer desktop professionali Apple, alcuni li davano per spacciati, mentre altri parlavano di un presunto aggiornamento che sembrava non arrivare mai, ma finalmente alla WWDC di quest’anno, la casa di Cupertino ha presentato a sorpresa il nuovo Mac Pro, il computer del futuro.

Design
Ogni aspetto di questa macchina è strabiliante e concepito per stupire, il design è rivoluzionario. Il Mac Pro ha le sembianze di un moderno oggetto di arredamento, con superfici lucide e arrotondate che lo fanno assomigliare ad un vaso di fiori, semplicissimo come nella migliore tradizione Apple. Le dimensioni sono ridotte, anzi ridottissime, appena 25,15 cm di altezza e 16,76 cm di larghezza, un vero concentrato di potenza.

Prestazioni
Il nuovo Mac Pro è sicuramente un bel passo in avanti rispetto alla vecchia generazione, è equipaggiato con processori Xeon, memorie flash per l’archiviazione, e supporta i video ultra HD, con una risoluzione pari a 4096×2304 pixel, grazie alle due potentissime GPU firmate da ATI.
Nella parte posteriore del PC, troviamo 6 porte thunderbolt 2 che raggiungono l’impressionante velocità di trasferimento dati di 20Gbps, inoltre ci sono 4 porte USB 3.0, due ethernet e un’uscita video HDMI.
Nel nuovo Mac Pro è tutto più veloce del normale anche la memoria flash, che raggiunge in lettura 1Gbps, il doppio rispetto agli Hard Disk a stato solido che è possibile trovare sul mercato.

Espandibilità
Una delle cose più apprezzate dagli utenti nel vecchio Mac Pro in alluminio era sicuramente la facilità con cui si potevano eseguire degli upgrade della macchina, per aumentare la capacità di archiviazione bastava inserire un nuovo disco negli appositi alloggiamenti, stessa cosa valeva per le RAM o per le preziose schede PCI Express con cui era possibile equipaggiare il proprio Mac in caso di esigenze particolari. Con la nuova generazione di Mac Pro le cose sono un po’ cambiate, da sempre Apple ha cercato di evitare in ogni modo che l’utente finale potesse mettere le mani all’interno del computer, facendo eccezione per i Mac destinati ad un utenza professionale. Oggi l’alta velocità delle porte in dotazione sul Mac Pro permette di utilizzare schede esterne con le stesse prestazioni di quelle interne. Nonostante questo sarà ancora possibile aggiornare RAM e memoria con la stessa facilità con cui si aggiornava il vecchio Mac Pro.

Dissipazione del calore
Il nemico peggiore di un computer è il calore, i componenti elettrici come il processore o la GPU quando sono in funzione ne producono moltissimo. Una delle cose più rivoluzionarie nel Mac Pro è come viene gestita la dissipazione. Tutti i componenti sono a contatto con una superficie in alluminio che conduce il calore verso la parte centrale del Mac Pro detta “anima”, una ventola posizionata nella parte superiore del computer spinge verso l’esterno l’aria calda permettendo di mantenere a livelli accettabili la temperatura all’interno del case.

Per chi è stato pensato
Il Mac Pro è pensato per i professionisti, quelli che ogni giorno si trovano a lavorare con file di enormi dimensioni o a compiere operazioni che richiedono un elevatissima capacità di calcolo, lo consideriamo invece meno adatto per un utilizzo aziendale come server, nonostante sia un’ottima macchina, il costo che non è ancora stato reso noto ma che sarà sicuramente molto elevato, lo rendono meno appetibile rispetto ad altre soluzioni. Del resto per piccole o medie aziende va benissimo un Mac mini.

Tags: , ,

Related Posts

About The Author

Aggiungi Commento