Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/resetweb/public_html/wordpress/wp-content/themes/mts_newsonline/options/php-po/php-po.php on line 187
Vmylink tra libertà di espressione e meritocrazia dei contenuti Vmylink tra libertà di espressione e meritocrazia dei contenuti

Vmylink tra libertà di espressione e meritocrazia dei contenuti

E’ da pochi giorni sul web, ma nonostante la sua giovane età, il sito dell’italiano Luca Paracchini mostra già tutto il suo potenziale. Vmylink.com è una piattaforma libera e chiunque può iscriversi e navigare tra tonnellate di link categorizzati tramite hashtag. Gli utenti della community hanno il potere, tramite il proprio voto, di decidere cosa portare in evidenza e cosa mandare nel dimenticatoio.

I Link vengono quindi postati a ripetizione sulla piattaforma, ma in quello che potrebbe sembrare un caos totale di informazioni, le notizie più rilevanti vengono messe in evidenza e portate all’attenzione della community.
Lo Spamming, fenomeno che affligge tutte le piattaforme social, diventa in VmyLink parte integrante dell’esperienza utente, lasciando all’utilizzatore finale la possibilità di mandare verso l’oblio digitale un contenuto poco interessante e premiare invece quelli che meritano attenzione.

Inutile dire che le possibilità di condivisione sono pressoché infinite e l’impegno nel preservare la libertà di pensiero degli utenti è davvero lodevole.
Lo slogan del sito recita, “Viralize is the key. Free publishing. Protect freedom” e personalmente credo che rispecchi in pieno la filosofia che c’è dietro VmyLink.

Per ora il portale è in fase di beta/testing ma è già possibile iscriversi e interagire con la community in continua crescita. Vi consigliamo di farvi quindi un giro su www.vmylink.com e iniziare il vostro scraping di curiosità e magari postare un link per vedere cosa succede.

Per seguire l’evoluzione di questo progetto vi segnaliamo anche il profilo Twitter @vmylink.

Related Posts

About The Author

Aggiungi Commento